Click & Beauty: esperienze da #Mfw

Fine del terzo giorno della settimana della moda milanese: modelle chilometriche sfilano la sera per le strade come la mattina in passerella, outfit stravaganti si intravedono davanti le grandi sfilate o per l’aperitivo in corso Como, abiti meravigliosi che fanno parlare giornalisti e spendere i buyer.

Ma la Milano Fashion Week non è soltanto questo. Eventi in ogni parte della città si susseguono senza sosta permettendo anche ai “non addetti ai lavori” di godere dell’atmosfera glamour di questa settimana che, per tutti, ha un solo comun denominatore: la bellezza.

Proprio in occasione della settimana della moda il mondo della fotografia e quello del make up si sono uniti per dar vita ad un evento che ha regalato a tantissime donne un’esperienza unica: posare davanti ad un fotografo professionista truccata come una modella da un make up artist .

Due realtà d’eccezione hanno reso tutto questo possibile: Nikon e Benefit.

Invito

Truccatori e fotografi si sono confermati un binomio tanto attrattivo quanto divertente e giocare con i due brand, non solo ha regalato un’esperienza unica alle donne che hanno partecipato, ma è sicuramente stato un modo “speciale” per far conoscere i due marchi.

Stand accoglienza Nikon

 

Postazione trucco Benefit

L’atmosfera frizzante all’ultimo piano della Mondadori di Piazza Duomo ha coinvolto il pubblico femminile di tutte le età e le foto ve lo dimostreranno.


Set fotografico Nikon

Make- up artists Benefit

 Il viaggio è iniziato con l’accoglienza delle simpatiche truccatrici Benefit che con una professionalità impeccabile (nonostante le centinaia di donne truccate dalle 11 del mattino) hanno messo in risalto i visi con un trucco mai troppo ostentato, sempre preciso e ben realizzato.

Realizzazione make-up

Prove posa con fotografo

Dopo due chiacchiere con il fotografo per accordarsi sulla posa…partono i click come sulle passerelle.

Si posa sul set fotografico Nikon

La foto viene scelta insieme al fotografo e stampata grazie alla collaborazione con Epson che ha messo a disposizione stampati di ultima generazione per una stampa professionale. Si porta a casa non solo il ricordo di una suggestiva esperienza, ma anche una bellissima foto e una penna usb Nikon con una cartella nella quale sono inserite tutte le foto scattate sul set.

Custodia della fotografia stampata

Foto selezionata stampata

Nikon gift: penna USB che contiene tutti gli scatti fatti sul set

Il tutto viene impreziosito da una sorpresa graditissima: un coupon che permette di ritirare un omaggio presso il punto vendita Sephora di Piazza San Babila – distributore esclusivo dei trucchi Benefit.

Insomma cosa desiderare di più da uno (stra)ordinario venerdì pomeriggio della Milano Moda Donna?

Natascia.

 

 

 

Just Cavalli P/E 2013

Terzo giorno di Milano Moda Donna, il sole risplende sull’Arco della Pace e sui lustrini degli invitati alla sfilata del brand Just Cavalli, linea giovane dello stilista fiorentino, pronta per il debutto del nuovo flagship store di questa sera.

Arco della Pace, Milano

 

Come al solito il vero show comincia fuori dai teloni lucidi della tensostruttura, sul piazzale adiacente al monumento, palco di VIP, meteore, parenti famosi o perfetti sconosciuti, che sfilano nei loro look, coccolati dai fotografi ed esaminati dai più severi, in un’esplosione di vanità assordante…meravigliosi!

Solange Knowles

Paola & Chiara

Just Cavalli Fashion Show P/E 2013

Just Cavalli Fashion Show P/E 2013

Just Cavalli Fashion Show P/E 2013

Sulla passerella si respira aria di primavera con una collezione dall’allure decisamente giovane che continua da un lato sul filone rockeggiante di borchie, denim sdruciti, e volumi oversize, accostati dall’altro a maxi stampe floreali, intarsi di pizzo e skinny fits, il tutto ovviamente incorniciato con l’intramontabile maculato, firma imperitura del brand. Le nuances sono quelle della bella stagione: fucsia, verde acido, blu maiolica, celeste e un pizzico di fluo, che colorano anche i tacchi di gomma delle scarpe.

Just Cavalli Fashion Show P/E 2013

Just Cavalli Fashion Show P/E 2013

 

Roberto Cavalli

Annalisa

 

 

 

 

 

Ermanno Scervino P/E 2013

Grazie all’intercessione della nostra cara Paola Bottelli, ieri siamo riusciti a presenziare alla sfilata della collezione primavera/estate 2013 di Ermanno Scervino, all’interno della suggestiva Caserma Teuliè.

La donna proposta dallo stilista è boho-chic, dal connubio raffinato degli stili bohème ed hippy ; dunque una sorta di squaw metropolitana, che indossa cocktail dress con le frange, miniabiti in camoscio, trasparenze sensuali, ricami macramè dalle tinte forti ed allegre in bilico su vertiginose zeppe geometriche in legno e pelle patchwork.

Ecco a voi qualche immagine dello show:

Ermanno Scervino Fashion Show P/E 2013

Ermanno Scervino Fashion Show P/E 2013

Final walkthrough Ermanno Scervino P/E 2013

Ermanno Scervino

Annalisa

Arte Stile Energia Colore

Non abbiam potuto partecipare alla bellissima sfilata di Salvatore Ferragamo del 24 giugno.  Una sfilata dedicata ad un uomo appassionato del bello e della tecnologia, classico ma estremamente dinamico.

Ci sono citazioni alla tenuta sportiva dei ragazzi di Los Angeles ma anche riferimenti ai colori accesi, mantra delle ultime collezioni. In particolare viene usato un color-blockig maturo che accosta i colori saturi in gradazione, per contrasto od in analogia per posizione sulla ruota dei colori.

Il risultato è sofisticato nell’accostare abiti sartoriali ed inappuntabili a sneakers coloratissime. Molto belli anche i cardigan ed i pull trasparenti come veli, che lasciano trasparire la cravatta.

Quindi, Massimiliano Giornetti pensa ad un uomo in equilibrio tra il casual e l’ eleganza innata, con abiti di qualità ma indossati con nonchalance per essere notati.

E’ la contemporaneità di un’estetica intessuta di arte e di stile, enegia e colore: la collezione primavera-estate 2013 di Ferragamo.

http://www.youtube.com/watch?v=4gCD3vzmaMg

Eccovi ora le immagini ed un estratto del comunicato stampa ricevuti dall’azienda.

La sfilata per la collezione Primavera Estate 2013 di Salvatore Ferragamo si apre con flash di colore negli spazi di una galleria d’arte. Un uomo che respira l’energetica vitalità di L.A. e il suo sincretismo culturale: appassionato estimatore del bello, vive la metropoli con solare dinamismo. Con sottile eccentricità indossa abiti intrisi dei colori di una tela di David Hockney, come un asciutto blazer in tela di cotone iperlight sagomato da profili a contrasto. Sotto, lascia intravedere una camicia stampata a effetto pittorico dai volumi loose, e una cravatta jacquard in cotone, su un pantalone a carota. Ai piedi, una pop running incolor block o microdisegni cravatteria. Contemporaneità è associare, in modo unico, tailoring e registro sportswear, soluzioni design e lusso esclusivo.

Ricercato anche nel suo dinamismo, per la Primavera Estate 2013 l’uomo che veste Salvatore Ferragamo inforca occhiali a specchio dalle lenti full colour e attraversa la città in sella a una bicicletta hi-tech, il polso fasciato da un orologio popmonocromatico con cinturino in gros-grain. Sulle spalle, un trench in tessuto accoppiato, bicolore e profilato di termonastrature. Oppure un capospalla dalle forme pure all’esterno, ipersofisticato all’interno, che prende vita in un sorprendente gioco di layering e sovrapposizioni.
Una maglieria dai punti finissimi e dalle trame trasparenti si sovrappone con i suoi intarsi e jacquard al candore della camicia e ha il suo contrappunto negli effetti pittorici dei pattern, nei decori delle cravatte, nei dettagli delle scarpe, in un continuo effetto trompe l’oeil.
La passione per l’arte scopre un mondo popolato di pennellate vibranti dalla tavolozza degli azzurri e dei verdi – Pacific, Curaçao, Spearmint, Pastel Blue, Pastel Green – oppure dei rossi accesi e dei gialli – Granatina, Pink Pepper, Summer Sun e Limoncello – in un dialogo serrato con la purezza dell’Optic White e dei neutri Pearl e Rope.
Cosmopolita, perfettamente in sincrono con i tempi frenetici della città, l’uomo della collezione Primavera Estate 2013 diSalvatore Ferragamo sceglie borse piatte dalle linee essenziali progettate per il business o per viaggiare sempre connessi, che fondono i confini tra artigianato e tecnologia. La tote reinventata nelle sue proporzioni – un ufficio portatile, multitasca e multifunzione – il portfolio ripiegabile, il porta iPad in pelle gommata con zip e profili bianchi a contrasto
.”

Roberto & Natalia

             

FFF or Fendi Fast Forward

Lunedì sera, non stanchi di tutti gli eventi della fw, ci rechiamo al Pirellone per partecipare all’evento Fendi.

Questo evento è in realtà un mix tra sfilata e presentazione.

All’ultimo piano del Pirellone, che gode di una vista straordinaria su tutta Milano, in particolare al tramonto, ci sono due passerelle sinuose su cui “sfilano” manichini Fendi.

Il contesto è futuristico e per certi versi straniante: allestimenti bianchi, musica elettronica e maxi schermi che proiettano ossessivamente accessori ed indumenti  autonomi od indossati (http://www.youtube.com/watch?v=ozhG8BS7oaY&feature=player_embedded#!). Si può anche provare il nuovo profumo Fan di Fendi.

Semplicità, linearità e motivi grafici uniti a materiali di più alto pregio sono quello che caratterizza quest’ultima collezione di Silvia Venturini Fendi. Per la storica maison, gli elementi principali riguardano ovviamente la pelletteria ed i capi in pelle, infatti protagonisti sono: il pitone, l’anguilla, il coccodrillo ed il camoscio accostati con motivi semplici ma molto visuali. Le calzature sono un dettaglio lezioso con il pitone colorato su suole trasparenti in contrasto con le tonalità piatte dei capi. Zaini, borse e borselli con cartelle squadrate e di varie dimensioni risultano irresistibili e sono pensati per contenere i dispositivi di un uomo tecnologico.

Tra una degustazione ed un’altra riusciamo a notare Joe Squillo, che però ci scappa prima di riuscirle a chiedere un parere sulla collezione. Sono Inoltre presenti una buona dose di personalità molto importanti del settore, ed una grandissima fetta di trend setter e grandi personalità asiatiche.

Anche questa esperienza è stata totalmente diversa dalle altre, ed è quindi meraviglioso vedere sul campo come l’identità di brand si concretizzi sul campo in modi diversi.

Quello che resta molto forte di questa esperienza è il concetto del brand Fendi inteso come un lifestyle che coinvolge appieno tutti quanti i sensi, con un indirizzo sul futuro.

Roberto & Natalia

http://www.marieclaire.it/Moda/Video-Fendi-Uomo-primavera-estate-2013

  

          

      

    

From East to West

Sabato 23 giugno, ore 20.30. Museo della Permanente. Ci rechiamo alla sfilata Uomo Primavera/Estate 2013 di Carlo Pignatelli. Ovviamente non abbiamo un posto a sedere, quindi cerchiamo un punto di vista ottimale, e lo troviamo nella zona fotografi.

Nell’aria si respira  un mood esotico anche grazie agli allestimenti in tessuto della sala. Si spengono le luci, parte la musica e le nostre previsioni sono confermate.

Scopriamo infatti che si celebra l’anniversario della morte di Charles Dickens, quindi la collezione presenta tagli di inizio ottocento, ma con influssi coloniali. Si va dunque dal redingote al tight, ma tutto è arricchito da dettagli molto sfarzosi. La sfilata oscilla tra oriente ed occidente. Sono presenti colori scuri e freddi e colori caldi e cipriati, abiti classici ed abiti ispirati al sari, accessori gioiello e poi tuniche, foulard , di diretta ispirazione indiana. Un mood capace di racchiudere la bellezza british ma con forti influenze esotiche nelle forme e nei colori.

E’ una sfilata con più uscite del solito, forse proprio perchè frutto di due anime, risolto in modo molto sartoriale, elegante ed affascinante.

Dopo lo show, l’accesso al backstage è d’obbligo, possiamo così subito entrare in contatto con la realtà vera di una sfilata: osservare da vicino gli abiti, vedere le foto di tutte le uscite, e perché no, conoscere Enrico Brignano.

Roberto & Natalia

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Sp_YlaZRo78#!

   

      

    

Gucci: Sparkling 70’s Playboy!

Lunedi 25 giugno. Ore 12:30. 29°C ma almeno 35 quelli percepiti. Il caldo è irrilevante quando ad allietare piacevolmente la giornata è la sfilata di Gucci. Dopo aver ispezionato il territorio e assaporato il drink di benvenuto, nella folla identifichiamo subito la nostra “madrina di lusso”, Paola Bottelli. Insieme a lei abbiamo modo di riconoscere lo stile Gucci nei minimi dettagli della splendida location di Piazza Oberdan che ci accoglie: moquette bianca, pareti nere, dettagli oro.

“L’uomo Gucci riscopre una dimensione Mediterranenan chic”. Con questa frase Frida Giannini riassume l’essenza della collezione che mostra in passerella un look fresco e colorful. La sfilata è un’esplosione di tonalità vivaci ed energiche alternate a fantasie floreali e trame a pois.

Completi doppiopetto sciancrati, giacche in jeresey e cotone; pantaloni pijiama, blazer oversize e camicie sofisticate e pull morbidi sono gli elementi ricorrenti che compongono la collezione fino a chiudere con il total black look disegnato sul corpo.

Protagonisti assoluti dello show i mocassini messi in risalto dal pantalone stretto e risvoltato e la Baiadera striped bag anni ’60.

Il tutto è contornato dal mood rock sulle note dei Led Zeppelin, che eccita la platea, e rappresenta la perfetta colonna sonora per questi completi dalla silhouette netta ed ineccepibile.

Alla fine della sfilata ci spostiamo nel backstage incontrando Frida Giannini in persona e complimentandoci con lei per la strepitosa collezione.. Lei ci concede molto elegantemente una foto insieme e ci ringrazia per i nostri complimenti. Una vera icona.

Riusciamo anche a incrociare Anna Dello Russo che ci conferma quanto le fosse piaciuto lo show, accordandoci molto gentilmente un po’ del suo tempo.

Infine arriva il momento anche per la foto con Luca Argentero.

…Mancava solo Anna Wintour!

Che giornata!

Roberto & Natalia

http://club.elle.it/elle_it/gucci-1009/video/gucci-9846.html