Il gene Fendi: Delfina Delettrez

Fendi è una storia di donne:

forti e creative

alla quarta generazione della maison.Image

<<Sono cresciuta circondata dalla bellezza,

e queste donne facendomi respirare creatività,

mi hanno mostrato come la bellezza sia un qualcosa che ha sostanza>>

Image

La designer romana ha occupato la Almine Rech Gallery di Parigi

per la recente presentazione della sua collezione,

          “Never Too Light”,

gioco di parole che deriva dall’espressione “Never too late”

perchè l’ orologio,

pezzo senza tempo,

viene qui slegato dalla sua funzionalità.

Illusione,

dunque

e assenza di gravità,

evocata dalla disposizione dei gioielli su dei piatti roteanti

e sospesi per mezzo di magneti,

perchè

gli esemplari sono stati disegnati per apparire fluttuanti su chi li indossa.

1233545_611856438837663_1581978599_n

1236230_611856412170999_921526472_n

Sembra che siano i sogni

a decidere per lei:

l’inconscio al timone,

come motore creativo.

1069180_620192181337422_799601130_n

Destabilizzo e mescolo le parti del corpo,

un po’ come quei meravigliosi cappelli di Elsa Schiapparelli

che erano fatti a forma di scarpa proprio per invertire l’ordine degli accessori,

veniva messo in testa ciò che normalmente stava ai piedi“.


surrealismo sito

photo

 

Liberare le idee e ritrovare il senso del meraviglioso,

in assenza di qualsiasi controllo della ragione,

al di fuori di ogni preoccupazione estetica e morale”  

 André Breton

 delfinadelettrez.com

Advertisements

One thought on “Il gene Fendi: Delfina Delettrez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...