Tutti pazzi per il retail

Durante la mfw sono state numerose le aperture di nuovi flagship store o il restyling di quelli già esistenti nella capitale della moda. Lo scenario di questi interventi architettonici è via Montenapoleone in cui si mostra il new opening di Fendi, il restyling di Ferragamo e quello di Prada Uomo e via Sant’Andrea con la presenza di Bottega Veneta.

Fendi decide di replicare il concept già adottato a Parigi strutturando l’ambiente con elementi romani e le opere di Gio Ponti, Agostino Bonalumi e Fontana arte. I materiali utilizzati sono molteplici e il contrasto è il punto di forza del nuovo concept store. La Maison decide di puntare sulle iconiche borse baguette (esposte al primo piano in una parete con 40 mila chiodi), sul made to order e sulle pellicce che contraddistinguono la storia di Fendi.

fendi milano 5   fendi milano 3

Ferragamo, per ospitare le proprie collezioni, decide di ristrutturare il flagship di 450 mq in un’ottica di estrema eleganza e raffinatezza, scegliendo materiali naturali e freschi.

Lo stile ricercato è il barocco, enfatizzato dalle colonne presenti all’interno di una sala, gli specchi e gli elementi in marmo.

ferragamo3   ferragamo4

Anche Prada opta per un restyling del flagship di via Montenapoleone dedicato al mondo maschile. Lo store ricopre 860 mq su tre piani e riflette il carattere maschile del cliente. L’iconico pavimento a scacchi in marmo bianco e nero è posto in contrasto con le pareti rivestite da pannelli in lamiera ondulata (riferimento agli anni ’50). Predomina dunque l’alluminio, accostato al marmo, al legno di ebano ed al cristallo.

prada2   prada3

Bottega Veneta sceglie Milano come sede della sua prima Maison al mondo, questa scelta è frutto dell’amore del brand per il proprio paese d’origine e per l’architettura che lo contraddistingue. Lo store, disposto su due livelli, occupa 1060 mq ed offre l’intera gamma di prodotti. La cura per i dettagli del brand si riflette anche nel flagship  con gli interni disegnati dallo stesso direttore creativo Tomas Maier che riprendono il concetto di luminosità attraverso ampie finestre, arcate in vetro e balconi.

bottega veneta2   bottega veneta3

Alessandra Caruso

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...