“LORO CI COMPRANO, NOI LI CONQUISTIAMO”, MARIO BOSELLI CI RACCONTA LA MODA.

 

 

Martedì 9 luglio ero emozionata. Avevo appena pranzato ed è arrivata la prima voce del suo arrivo. Io sono corsa in classe. Lui, Mario Boselli, il portavoce nel mondo della moda italiana stava per varcare la nostra porta. Non mi era ancora capitato di trovarmi di fronte ad una persona che considero un mito, pronto a raccontarsi e raccontare quello che è il mondo in cui vorrei lavorare. Mi aspettavo di provare quella sensazione da timore reverenziale, quel clima rigoroso degno della posizione da lui ricoperta e invece sono rimasta stupita dalla semplicità e giovialità che solo un uomo arrivato può emanare.boselli_mario_2010_sito

Le Fashion Weeks, il Made in Italy e la nuova Camera della Moda Italiana sono stati gli argomenti toccati da Boselli, ma ciò che mi ha colpita è stata la fierezza con cui ha difeso il concetto del “Sistema Moda Milano”. Il forte appeal di New York, Londra e Parigi offusca la visibilità di Milano mettendola in coda anche per ciò che riguarda il mondo della moda. Il Presidente ha ammesso che Milano è e resterà ultima se si considera unicamente la città rapportata agli eventi legati alle fashion weeks, ma se si ampliano gli orizzonti e si parla di “sistema moda”, inteso per tale il sistema produttivo manifatturiero italiano, il discorso cambia. Tutti producono in Italia, tutti ricercano la capacità, l’attenzione al dettaglio e la raffinatezza tipica delle mani italiane ed è per questo motivo che i colossi stranieri si stanno pian piano appropriando dei valori e del know how di cui l’Italia non sfrutta pienamente le potenzialità. Erano i giorni dell’acquisizione di Loro Piana da parte di LVMH, Arnaud aveva appena sferrato l’ultimo dei suoi attacchi al mondo del lusso italiano, che inevitabilmente ha ceduto. Boselli dietro una velata amarezza per aver visto volare via l’ennesima eccellenza italiana, ha sottolineato il rispetto che questi gruppi francesi, ormai detentori del lusso in tutte le declinazioni, portano nei confronti dei marchi che incorporano. Viene rispettato il DNA dell’azienda e spesso vengono ricompresi anche gli assetti manageriali che ne rispecchiamo l’essenza. Il Presidente, con il suo intervento, ha voluto ricordare che l’Italia ha grandi risorse storiche, tecniche e umane, e che forse noi dovremmo crederci più di quanto non facciano già da molto tempo gli altri.

Francesca Cantarutti

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...