Video

Tempo di crisi? A Firenze ci pensa “L’è Maiala!”, il ristorante dove paghi col baratto

Esatto, avete letto bene: voi ordinate trippa fiorentina, ribollita, pappardelle al cinghiale o tortelli del Mugello e se volete, potete saldare la cena con una bottiglia di vino, una cassa di pomodori, o un quadro.          

      l e maiala…“L’è Maiala!”

Significa “è dura”, “ non c’è via d’uscita”, “ sono momenti difficili”.

Si tratta di una tipica espressione fiorentina che dà il nome al ristorante forse non molto chic ma che vuol descrivere la situazione di crisi economica che si fa sentire.

Aperto da appena un anno, “L’è Maiala!” è una piccolissima osteria nel pieno centro di Firenze (zona Fortezza Da Basso) che come metodo scaccia-crisi ci ha pensato proprio bene, ed ha deciso di fare un tuffo nel passato e di proporre il metodo di pagamento il più antico che c’è : il baratto.

l e maiala 10

l e maialia 7

l e maiala 8

Ecco come funziona.

Basta accordarsi prima  per telefono, al momento della prenotazione, su cosa, quanto e come barattare in cambio di una cena. Ovviamente non tutto è accettato. Viene data priorità alle coltivazioni contadine delle campagne toscane, artigianato locale, antiquariato e modernariato inclusi, ma anche ad oggetti di bricolage e design. Inoltre gli utensili più belli saranno esposti all’interno del ristorante. E questo proprio per rafforzare l’idea di un ristorante fatto per la gente, quella gente che ha qualcosa da dire, da raccontare. Infatti “L’è Maiala!” si basa su un menù semplice, proponendo la classica cucina toscana dei nonni, dalle porzioni abbondanti e dai prezzi popolari. Questo per venire incontro a chi, in tempi di crisi non vuole comunque rinunciare ad andare a cena fuori e nello stesso tempo, fare una cosa divertente.

bar

Per informazioni:

https://www.facebook.com/pages/L-E-Maiala/371922986194370?fref=ts

Mappa:

https://maps.google.it/maps?client=safari&oe=UTF-8&q=via+agnolo+poliziano&ie=UTF-8&hq&hnear=0x132a541eddcbe105%3A0xafac869b84d450c6%2CVia+Agnolo+Poliziano%2C+Firenze+FI&gl=it&ei=UKFIUOTFAaT_4QSolIH4Aw&ved=0CCMQ8gEwAA

…e poi c’è sempre chi, forse perché a corto di frutta e verdura o semplicemente perché non voleva cedere il proprio pezzo di artigianato al quale era tanto affezionato, ha deciso di saldare “ ì conto” attraverso un altro metodo.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...