Crucial & Sustainable

Project work lanciato da Francesco Morace: tra i vari paradigmi presentati ha subito attirato la mia attenzione quello Crucial & Sustainable.

Così insieme ad  Alice A., Francesca C., Alice D.P. e Maria Chiara D.N. iniziamo a lavorare.

Abbiamo scovato parecchi fashion e luxury brand che stanno sviluppando processi produttivi sempre più green accompagnati da politiche di tutela dei diritti dei lavoratori.

Innanzitutto abbiamo realizzato un filmato-cartoon molto divertente, grazie alle capacità della nostra designer Maria Chiara, che ha per protagonista Flora, una consumatrice attenta all’ambiente ma che non rinuncia tuttavia al lusso e allo stile.

http://www.youtube.com/watch?v=-sul2vizGYg

Flora sceglie abiti KinaButi e borse Carmina Campus: il primo è un brand nato dall’idea di due ragazze friulane che hanno deciso di promuovere l’emancipazione e il progresso economico in Nigeria per mezzo della moda; il secondo, fondato da Ilaria Venturini Fendi, con la collaborazione di BTicino, importante azienda nel settore della demotica, sviluppa il progetto Save waste from waste, creando accessori realizzati con materiali di scarto non riciclabili. Quest’ultimo brand, inoltre, sostiene anche il progetto Not charity just work, finalizzato alla creazione di lavoro equo in Africa e al riciclo di materiali in loco.

carmina

La nostra Flora è attenta al problema dell’inquinamento ma non rinuncia alle alte prestazioni di un’auto di lusso: sceglie una Tesla, che ha impatto zero sull’ambiente. La Tesla Motors realizza infatti veicoli elettrici ad alte prestazioni, utilizzando, per esempio, pannelli solari per ridurre il costo di ricarica casalinga delle auto.

Sensibili al tema sono anche Gucci e Brunello Cucinelli, entrambi volti a migliorare la propria responsabilità sociale d’impresa, ponendo l’attenzione ai diritti dei lavoratori. Gucci, per esempio, ha ottenuto la Certificazione dall’ente indipendente Bureau Veritas delle filiere della pelletteria, gioielleria, abbigliamento, scarpe e polo logistico. La filosofia di Cucinelli pone grande attenzione alla qualità della vita, al capitale umano dell’impresa e al rispetto e all’integrazione con il territorio.

Dopo una giornata di lavoro Flora deve fare la spesa per preparare una cenetta romantica, e dove andare se non da Eataly?? È qui infatti che, grazie all’idea di Oscar Farinetti, si possono acquistare prodotti alimentari di qualità eccelsa, di provenienza garantita, il meglio del made in Italy, che rispettano la tradizione e favoriscono l’educazione alimentare

 E a cena la grande sorpresa per Flora: la proposta di matrimonio del suo fidanzato, che ha scelto uno stupendo solitario di Cartier per dichiararsi, sicuro di non deluderla. Cartier, infatti, è uno dei membri fondatori del Responsable Jewlery Council, che dal 2003 sviluppa un sistema di garanzie per assicurare che i diamanti utilizzati siano conflict-free ed è entrato a far parte del gruppo Sustainable Luxury  Working.

Per mezzo del racconto della giornata di Flora, abbiamo voluto mostrare come alcuni importanti brand e imprese siano sempre più sensibili alle tematiche eco-sostenibili ed etiche del lavoro, ponendo al centro dell’attenzione la sicurezza dei prodotti a garanzia dei consumatori, senza dimenticare la tutela dei lavoratori.

Alice Accatino, Alessandra Baiardi, Francesca Cantarutti, Alice Del Pin, Maria Chiara Di Nuzzo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...