Il Lusso: Aspirazioni Individuali

Audemars Piguet
Birkin
Chanel
DBS
Estée Lauder

Sembrerebbe l’incipit di un ipotetico ABC di ciò che internazionalmente viene definito luxury. Luxury inteso come quel particolare settore, caratterizzato da brand heritage e product excellence, che mira, attraverso l’innovazione, a mantenere le tradizioni al passo con i tempi.

Ma per lusso si intende solo questo mondo materiale, arricchito da esperienze esclusive per pochi o, meglio, non per tutti? Oppure si può considerare il termine lato sensu, secondo un’accezione più ampia di cui il settore in questione è una semplice sotto categoria? Personalmente, tra le righe di questo alfabeto, leggo una definizione del lusso che trascende questa concretezza elitaria.

Per me il lusso è aspirazione e, in quanto tale, soggettivo.

Credo che, a seconda della condizione economica, del background culturale, dell’estrazione sociale e della provenienza territoriale del singolo, esso possa assumere una diversa declinazione. In questo senso, il lusso va a colmare un vuoto, una mancanza, un desiderio individuale.

L’acqua per una povera donna africana, un amico sincero per un insaziabile billionaire: due estremi per ribadire che il lusso non è solo ciò che luccica. Anzi, va ben oltre.

Vola via in fretta e, soprattutto, non si può fermare: per me il vero lusso è il tempo. Un tempo per vivere, scegliere, essere.

Andrea Serafini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...