Il lusso secondo me

Fare della propria vita un’opera d’arte. Ecco cosa vuol dire per me lusso, parlo dunque di quello più alto e nobile, il cosiddetto lusso aristocratico. Si tratta di quel lusso elitario davvero inaccessibile, fatto di dimore raggiungibili solo con jet privati e di collezioni di quadri e opere d’arte da fare invidia a quella del celeberrimo battitore d’asta del film ‘La migliore offerta’.

E così i protagonisti di questo mondo straordinariamente esclusivo hanno nelle loro raffinatissime cantine bottiglie di vino da oltre 200.000 euro e nei loro armadietti del bagno piccolissimi vasetti di creme antirughe da 13.000 euro.

Se lusso deriva dal latino ‘luxus’ e quindi rottura intesa come eccesso, allora credo che questo sia il mondo che più di ogni altro incarna questo ideale. È una realtà talmente lontana da quella in cui vivo che mi risulta difficile persino immaginarla e forse è proprio questo che la rende così affascinante e ammaliante. Mi piace pensare a questo mondo come a un micro cosmo popolato da tanti ‘Dorian Gray’ alla continua ricerca del ‘bello’ ad ogni costo e, proprio come il protagonista del romanzo di Oscar Wilde, nel costante intento di fare della loro vita un’opera d’arte.

image

 

 

Carlotta Bruni

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...