34 buoni motivi per…

1. Cosa farò da grande?  Alessandro De Pretis

Conoscere in modo approfondito e con esempi concreti le varie professioni, con focus sul settore moda, per capire quale veste meglio la nostra personalità.

professioni1
2. Conoscere gli insights all’interno delle aziende. Camilla Strumia

Avere il privilegio di vedere da vicino il dietro le quinte di numerose aziende di Moda e Lusso italiane. Grazie alle testimonianze dei protagonisti nelle aziende abbiamo potuto conoscere la magia che si cela dietro le mura degli uffici.

strumi

3. Lasciarsi ispirare. Natascia Paradiso

Come discepoli al banchetto dei maestri del lusso.

professionisti lachapelle

4. Imparare dagli altri.  Mattia Facca
5. Migliorare le proprie soft skills. Francesca Stella

6. Into the wild. Giorgia Nuzzo

Rosso?? Blu?? Giallo?? Verde?? La vera sfida è riuscire a trovare un equo bilanciamento da queste quattro energie. “La cosa importante è mai smettere di porsi domande”(A. Einstein)

Schermata 12-2456282 alle 19.47.12

7. Il nostro futuro modello di lavoro: i paesi emergenti. Olivia Ramonda

I mercati emergenti continuano a crescere rapidamente: non si tratta più di mercati di nicchia o di piccole dimensioni. Molti di essi, come la Cina, l’India e il Brasile sono diventati economie globali di primaria importanza, in grado di offrire significative opportunità d’investimento, per tali motivi vanno approfonditi e compresi.

EyeBrasil
8. Toccare il lusso con mano. Monica Sanitate

Entrare in azienda e toccare i prodotti del vero Made in Italy, percependo la passione e la dedizione di chi quel lusso lo fa.

sanitate

9. Il favoloso mondo del Teamwork. Maria Laura Franco

“Riunirsi insieme significa iniziare. Rimanere insieme significa progredire. Lavorare insieme significa avere successo.” Henry Ford

franco

10. Adattarsi alle situazioni. Antonella Vagaggini

La capacita’ del genere umano e’ quella di adattarsi alle diverse situazioni esterne, caratteristica che gli ha permesso di sopravvivere e progredire negli anni rispetto alle altre specie!Facciamone tesoro!

adapt2

11. Apertura mentale. Alessia Santella
È il coraggio di opporsi ad assiomi assunti per veri, e a convenzioni condivise dai più, che soffocano il pensiero dell’essere, imprigionandolo in barriere socio-culturali all’occhio invisibili.
Solo la consapevolezza, raggiunta attraverso l’esperienza del mondo, e la conoscenza, acquisita nell’incontro dell’altro, possono condurci a una ricerca critica e inquieta della realtà.

marina-abramovic-allatta-riccardo-tisci-x-vis-L-RqHXbx

12. Esplorare il lusso a 360°
13. Real projects for (r)evolution. Francesca Battaglia

Conoscere i manager, analizzare insieme criticità e punti di forza delle aziende per creare strategie reali

francesca

14. Avere un blog. Carlotta Conqua
15. Assistere a una sfilata. Luisa Cardella

“Per quanto sembrino cose di secondaria importanza, la missione degli abiti non è soltanto quella di tenerci caldo. Essi cambiano l’aspetto del mondo ai nostri occhi e cambiano noi agli occhi del mondo” Virginia Woolf

Ermanno Scervino - Runway - Milan Fashion Week Womenswear S/S 2013
16. Avere dei tutor. Alessandra Tulipano

Avere dei punti di riferimento ai quali affidare noi stessi ed i nostri sogni

tulipano

17. Conoscere il dietro le quinte. Valentina Piras

Sentirsi protagonista, vedere da vicino la macchina da presa e il dietro le quinte del made in Italy. It’s once in a lifetime!

piras

18. Multidisciplinarietà. Annalisa Sibillo

“…non il semplice accostamento di saperi, bensì l’accompagnarsi di questi nella ricerca di una medesima risposta,
come a completare un mosaico usando tessere di diversa natura materiale…”
 Ernesto De Martino, filosofo partenopeo.
 
mosaico

19. Numeri, Numeri, Numeri. Serena Sambaldi

“Hanno detto che le cifre governano il mondo. Può darsi, ma sono certo che le cifre ci mostrano se è governato bene o male.” W.Goethe

sambaldi

20. Conoscere il valore dell’artigianalità. Chiara Carmellini

“Quando un lavoro solleva il tuo spirito e muove forti e nobili pensieri dentro di te, non cercare tanti altri standard per giudicare: il lavoro è eccellente, il prodotto è di un maestro artigiano” Jean De La Bruyère

carmelli
21. I got the time but the time don’t pay…

Daniela Biggi

“Usa il tempo, non lasciare che scivoli via” William Shakespeare

biggi

22. Dedizione/ Sacrificio. Ludovica Castelnovo

Trasformare la passione per questo settore in impegno costante e lavoro
quotidiano

castelnovo

23. Lavorare per obiettivi. Federica Biancon

Prima di intraprendere un’attività è importante aver ben chiara la meta da raggiungere, un limite di tempo entro il quale si vuole farlo, definire le attività da svolgere e capire che l’obiettivo del gruppo viene sempre prima di quello del singolo.
La collaborazione e la condivisione di obiettivi comuni è la chiave del successo di tutti.
Il grande viaggio

24. Comprendere i punti di vista
25. Experience is everywhere! Natalia Sarzi Amadè

Grazie a Pine & Gilmore abbiamo compreso che il prodotto non è più mero prodotto e il servizio non è più mero servizio ma tutto è volto a creare un’atmosfera che coinvolge il cliente a 360°; tutto è dettato dal suo desiderio di vivere eventi e situazioni memorabili ed ecco che il punto vendita si trasforma in teatro della multisensorialità e momenti educativi, di intrattenimento, fuga e contemplazione estetica si alternano e sovrappongono creando una vera e propria esperienza unica e irripetibile.

26. Esercitare il public speaking. Marialba Consoli

Perché saper parlare non sempre significa saper comunicare efficacemente

consoli

27. I dettagli sono importanti…
28. The passion. Roberto Angelici

La passione non si impara, è un fuoco a cui si può solo aggiungere legna.

angelici

29. Perchè amare il Made in Italy. Alessio Pedalà

Abbiamo avuto la possibilità di cogliere l’importanza del made in italy, come valore aggiunto e come garanzia di qualità.

Anche Mario Boselli, quando è venuto a trovarci in aula ci ha detto “Il bello e ben fatto è l’orgoglio italiano”.

30. Incontri unici. Giulia Saccardi

Il trentesimo motivo per il quale il Master è stato speciale è la possibilità di conoscere il panorama internazionale grazie all’incontro dei maggiori esponenti dei brand del lusso e della moda.

31. Ritorno al futuro. Beatrice Gandolfi

Per analizzare e comprendere le prospettive di  una visione globale delle tendenze che domineranno le scene venture, attraverso un’esplorazione nei diversi settori; protagonisti indiscussi i consumatori che diventano autori, sempre più informati, esigenti e costantemente connessi.

gandolfi

32. “Elogio alla fatica” Riccardo Menoia

Avere l’opportunità di vedere, conoscere e apprezzare i processi artigianali da cui nascono i beni di alta gamma. Sono proprio gli artigiani che con la loro dedizione e passione contribuiscono alla materializzazione del “sogno” legato a questi prodotti.

Bamboo Bag, Gucci

33. I’m simply the best. Luca Pronello

Imparare a vendere se stessi: personalità, competenze come se si fosse un reale marchio perchè come dice Dorian Gray: “solo i superficiali non giudicano dall’apparenza”.

pronello
34. Creatività e rigore.  Martina Corsi

Le aziende che operano nel mondo del lusso hanno un compito arduo: vendere sogni. La vendita dipende dalla rigida analisi matematica, è numero; il sogno è sfrenata fantasia. Il Master ha dato prova che apparentemente  è impossibile conciliarli, ma è solo quando il rigore e la creatività si fondono che nascono realtà aziendali in grado di vendere sogni ad intere generazioni.

left-brain-right-brain-creativity-400x294

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...