Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

Image

E’ iniziata il 6 ottobre l’82esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, che durerà fino al 18 novembre.

La città di Alba è pronta, come ogni anno, ad ospitare i numerosissimi visitatori italiani e stranieri, offrendo loro anche altri prodotti di questo territorio come i vini, i formaggi, le nocciole ed il cioccolato, tutti di altissima qualità.

Da 82 anni la rassegna mette in mostra questo pregiato fungo, appartenente alla famiglia dei funghi che compiono il loro ciclo di vita sotto terra ed è composto dall’80% da acqua. Si tratta di un prodotto povero di vitamine e proteine, ma ricco di minerali come potassio, magnesio, calcio, ferro e sodio.

Già nel Settecento il tartufo piemontese era considerato presso tutte le corti europee un cibo tra i più prelibati. In modo particolare il tartufo bianco di Alba, quello che viene raccolto nei territori di Langhe, Roero e Monferrato, è sempre stato considerato in assoluto il più pregiato ed ha acquistato nel corso degli anni fama mondiale.
I tartufi sono relativamente rari, ed essendo commestibili e particolarmente apprezzati in gastronomia, arrivano a costare moltissimo. Raramente vengono commercializzati interi e freschi, a causa del costo stratosferico, della difficoltà nel trasporto e conservazione e della caratteristica/attitudine del tartufo ad essere trasformato in modo creativo. È sufficiente infatti una quantità ridottissima di tartufo per insaporire un piatto o una salsa, come ben sanno i più rinomati chef.

Per quanto riguarda invece le origini di questa Fiera del Tartufo risalgono a tantissimi anni fa, grazie a Giacomo Morra, albergatore e ristoratore di Alba, in provincia di Cuneo. Egli ebbe un’intuizione nel vedere in questo tuber un grosso potenziale. Nel 1949 gli venne l’idea di regalare un pezzo di tartufo d’Alba a Rita Hayworth e da allora, nel mondo dello spettacolo soprattutto, si è creato un vero e proprio richiamo verso questa prelibatezza dandole molta visibilità.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...