Continua la campagna d’oriente per i marchi del lusso italiani

La crisi economica che ha investito tutti i settori merceologici, dai costi delle materie prime, alla produzione, incidendo fortemente sul quotidiano dei più, ha inevitabilmente inglobato tutti i livelli di produzione, lusso compreso.

Non è quindi da meravigliarsi come i big stiano investendo, guadagnandone i frutti, nel mercato estero.

Damiani, eccellenza della gioielleria italiana ha deciso di seguire questo trend, inaugurando il suo secondo punto vendita a Hong Kong, all’interno di Harvey Nichols Pacific Place, prendendo il suo posto al fianco dei grandi marchi del lusso internazionali.

Anche la Cina è una destinazione di forte interesse per questo marchio. Damiani infatti, già presente sul territorio con 7 negozi, intende aprirne 5 nuovi nei prossimi mesi.

Alla chiusura del mese di agosto scorso, Damiani ha chiuso il primo trimestre in flessione rispetto al medesimo periodo nell’anno precedente, con un decremento pari al 4,5%. La perdita netta è cresciuta dello 0,5%.

Nonostante il bilancio negativo dell’azienda nel primo trimestre il giro d’affari relativo all’estero è cresciuto del 18,3% rispetto allo stesso periodo nello scorso anno.

Camilla

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...