OrticoLario: non solo piante e fiori

Da qualche anno nel mese di Ottobre a Cernobbio sul lago di Como (ovvero sul Lario se vogliamo esser precisi), si svolge a Villa d’Erba  una meravigliosa manifestazione: l’Orticolario.
Quest’anno cade il 5, 6, e 7 Ottobre.

Si tratta di una mostra di espositori orto-botanici provenienti da tutta Italia, e non solo, organizzata con lo scopo di accogliere gli avventori in una prestigiosa location dove si possa comprendere appieno il rapporto tra uomo e natura. La filosofia che sta dietro a quest’evento è la dinamicità della natura, che diventa, con il suo mutare stagionale, il linguaggio delle nostre emozioni.

Questo è il video di presentazione dell’edizione 2011.

Il progetto nasce dalla passione per il giardinaggio di un gruppo di amici comaschi, che con l’aiuto della Società Ortofloricola Comense, hanno dato forma fisica al loro amore per la natura, condividendola con il mondo intero.

Villa Erba_ Cernobbio

Ciò che più affascina è la copertura a 360° di tutti i temi della polisensorialità. Nella mostra di quest’anno, infatti, sono previsti dei percorsi che combinano sapientemente elementi di design, arredamento da giardino, suoni,musiche, storie, colori, profumi,materiali e tutto ciò che la natura può trasmettere entrando in contatto con l’uomo.

Anche chi non è propriamente appassionato di botanica potrà apprezzare le ambientazioni create in collaborazione con designer, tecnici del suono, musicisti e aziende botaniche che creano un’atmosfera suggestiva ad ogni passo e in ogni momento della giornata.
Solo per citare alcuni esempi, nel percoso tematico “Onda di colore”, le sedute e le zone di ristoro e contemplazione sono realizzate dall’azienda Vittorio Bonacina, in collaborazione con i designer Tomoko Mizu  e  Giovanni Travasa.

Taiko by Tomoko Mizu per Vittorio Bonacina

Eureka by Giovanni Travasa per Vittorio Bonacina

Vi saranno anche Oasi di raccoglimento, in cui Barbara Negretti ha sviluppato il concetto di Onda come movimento, colore, acqua, e luce.

Troveremo quindi bracieri che si apprezzeranno la sera, disegnati da Ivano Losa per Ak47, piante erbacce poco conosciute fornite dall’azienda Valfredda, combinate ad arredi in acciaio che avvolgeranno i visitatori in nuove atmosfere suggestive. Il tutto sarà supportato da suoni reali della natura, registrati ed elaborati in studio da Francesco Mantero (Ottonate Edizioni Musicali), che saranno la colonna sonora dell’evento.

Troveremo anche un’installazione di Daniel Berset in collaborazione con Riva 1920 al centro del parco; e per chi rimane dopo il calar del sole (il 5 e 6 Ottobre la mostra è aperta fino alle 22.00) saranno disponibili delle mini bio-torce “iFlame” di ideazione di Francesco Mazzola.  (Sono molto curiosa di vederle, prometto di caricare le foto!)

Per finire, per gli appassionati di storia e anche fashion, vi saranno degli Araldi Cantori interpretati da attori che accompagneranno l’avventore con storie e brani sul giardino e la natura. Perché ho citato la moda? Perché saranno vestiti dalle eccellenze del Made in Italy: abito e camicia Ermenegildo Zegna, cravatte di seta e tessuti Mantero, cappello Borsalino, calzature Fratelli Rossetti, calze Gallo.

Che dire, non manca proprio nulla! Io ci sarò, spero anche qualcuno di voi!

Federica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...