Musa, Diva, Dea et..?

Cade oggi il 50esimo anniversario della morte di Marilyn Monroe.

Sicuramente è, e resta unico l’impatto mediatico che lei ha avuto sul mondo occidentale, soprattutto se consideriamo che stiamo parlando di una showgirl.

Eppure, se pensiamo all’influenza che ha avuto sulla società non possiamo non ricordare le sue suggestioni:

  • sull’arte (un esempio per tutti è il quadro pop-art di Andy Wharol, di cui lei è musa),
  • sul cinema (con film propri e anche con innumerevoli storie ispirate alla sua vita di cui: “La mia settimana con Marilyn” è solo l’ultima),
  • e persino sulla musica (innumerevoli le cover dei suoi pochi brani e nonostante ciò è stata d’ispirazione per la stessa Madonna). Eccone un esempio:

Ma quali sono i suoi rapporti con il mondo del lusso?

Innazitutto, resta indimenticabile la sua dichiarazione ad un giornalista in cui affermava di andare a letto “solo con due gocce di profumo Chanel N° 5”. Infatti con Marilyn questa fragranza, creata da Ernest Beaux per Mademoiselle nel 1921, ebbe nuovo slancio nelle vendite.

D’altro canto, Marilyn non ha legato particolarmente il suo nome a nessun big della moda europea, infatti anche fuori dal set ha spesso affidato il suo look a Travilla suo costumista cinematografico : eccezion fatta per Salvatore Ferragamo che creò numerose calzature appositamente per lei. Infatti, proprio per celebrarne il ricordo in questi giorni la diva viene raccontata tramite scarpe ed abiti indossati nella mostra intitolata “Marilyn” che ne ripercorre la vita ed il mito, al museo Ferragamo a Palazzo Spini Feroni, Firenze, fino al 28 gennaio 2013. Non perdetela!

Imitato, copiato, sognato, resta iconico il suo stile anno dopo anno: larghi boccoli platino, labbra rosse e eyeliner nero, con una una pelle di porcellana. Questo look è stato fonte di ispirazione in numerose occasioni ed ai giorni d’oggi lo vediamo magistralmente reinterpretato da Scarlett Johansson per la nuova campagna pubblicitaria di cosmetici Dolce & Gabbana S/S 2012.

 

Infine, come dimenticare il motto: “Diamonds are a girl’s best friends”?  Se i diamanti sono una delle poche cose che resta immutata nel tempo, a differenza della bellezza o di “relazioni effimere”, cos’altro rimane? Questo potrebbe essere stato lo spunto per la bellissima campagna pubblicitaria con Beyoncé Knowles per il profumo Emporio Armani Diamonds, sulle note dell’omonima canzone. Enjoy!

Insomma, piaccia o meno,  Marilyn è stata “la prima istituzione” al mondo a configurarsi come un brand globale, un brand del lusso in effetti, ciò che toccava diventava “diamante”. Ed ha un’identità tanto forte che resiste a 50 anni di innovazioni, svolte epocali e cambi generazionali. Tanto che ancora oggi risulta una fonte d’ispirazione per il lusso.

Chissà, dalla sua eredità potremo avere ancora altre sorprese???

Roberto

Annunci

2 Replies to “Musa, Diva, Dea et..?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...