Design e surrealtà allo spazio Rossana Orlandi

Vi è mai capitato di sentirvi catapultati in un’altra dimensione?

Beh sarà perché sono un sognatore, ma a me qualche volta succede.

 

L’altro giorno passeggiando in Corso Magenta mi è tornato in mente il consiglio della nostra insegnante, e sono passato dallo Spazio Rossana Orlandi che lì in prossimità.

Questo nasce nel 2002 in un ex fabbrica di legname in Via Matteo Bandello 14  a Milano, con l’intento di promuovere giovani design provenienti da tutto il mondo.

 

Come vi dicevo, varcata la soglia di questo posto incredibilmente pacifico e silenzioso, ci si ritrova circondati da curiosi oggetti messi in un apparente disordine che contribuiscono a ricreare un’atmosfera quasi surreale.

 

Sedie, tavoli, oggetti da giardino, vespe, orologi, panchine e mega grammofoni. Tutto disposto nel giardinetto che precede i 2 piani di esposizione.

 

Questa simpatica seduta in bronzo è in realtà l’opera intitolata “Auditorium” del design Nacho Carbonell.

 

Questo che sembra un incrocio tra un ufo e una tavolozza di un pittore è in realtà una lampada fatta con bottiglie di plastica e materiale riciclato.

 

Avete sempre pensato che il mix cuscino-piumone sia perfetto per l’arredo della stanza da letto?

Ecco, scordatevelo! Da oggi potete arredare così il vostro salotto.

 

Vi erano altre mille stranezze, dagli scarabei in vetro, alla soffice poltrona fatta con ritagli di giornale.

 

Dalla cassettiera d’ispirazione pop sostenuta dalle gambe di una pin-up, alla Vertigo Lamp di Costance Guisset.

 

Qui ogni cosa viene reinterpretata, se avete bisogno di molta luce perché prendere un grande lampadario?

Le decine di lampadine multiformi fluttuanti rendono tutto più emozionante, e le stelle di neve che le sovrastano vi faranno avere l’idea del leggero fioccare anche in agosto.

Il porta-pc in pietra lavica acuminata, vi farà avere un rapporto diretto con la natura più grezza  anche di fronte alla fredda tecnologia.

 

 

Insomma un posto davvero molto carino, purtroppo non avendo programmato la mia visita ho scattato delle foto dal mio iPod (mi scuserete per la qualità immagini) che mi ha abbandonato subito dopo scaricandosi.

Quindi vi invito a scoprire il resto da vicino che sicuramente rende tutto molto più suggestivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...