GREEN CARPET CHALLENGE

In occasione del White a Milano, tenutosi dal 23 al 25 giugno 2012, lo spazio Ex-Ansaldo di via Tortona ha aperto le sue porte per una mostra tutta concentrata sulla moda e sullo stile.

Ciò che mi ha colpito di più è l’iniziativa chiamata “Green Carpet Challenge“, GCC d’ora in poi. Si presenta come un progetto dinamico, fondato da Livia Firth e dalla giornalista inglese Lucy Siegle, con l’obiettivo di unire glamour ed etica per dare un profilo di eco-sostenibilità agli eventi che dominano lo scenario mondiale, come i red carpet appunto.

Nel dicembre 2009 quando Colin Firth, marito di Livia, ricevette la nomination ai Golden Globe per il film di Tom Ford, “A single man, la moglie decise che avrebbe seguito ogni passerella, Oscar inclusi, indossando abiti eco, con l’obiettivo di innalzare il profilo di ecologia e giustizia sociale nell’industria della moda.

L’iniziativa è stata un successo: l’elenco dei nomi noti che hanno partecipato ai GCC include Giorgio Armani, Alberta Ferretti, Gucci, Yves Saint Laurent, Lanvin, Paul Smith, Roger Vivier ed Ermenegildo Zegna.

Recentemente a marzo 2012, GCC ha unito le sue forze con C.L.A.S.S. per creare la prima “Green Carpet Challenge Fabric Library”.

Chissà che questo progetto non sia destinato a diventare una moda passeggera e che nei prossimi anni il rispetto per l’ambiente non resti un valore aggiunto al capo d’alta moda, ma che ne diventi una prerogativa indiscutibile.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...