Dress up for the game

The All England Lawn Tennis Club. Forse più conosciuto come Wimbledon.

wimbledon-20101

(fonte: google immagini)

Tempio del tennis ed evento mediatico, senza pubblicità però. Il bianco è il colore, l’eleganza è il diktat. Da oltre un secolo i giocatori sono tenuti a rispettare il colore e la semplicità, e i campi sono immacolati dagli sponsor (solo Rolex fa una piccola comparsa sul tabellone del punteggio…). L’esclusività è la parola chiave. Partendo dai biglietti, quasi impossibili da trovare per gli spettatori, passando per gli spogliatoi, di cui uno è riservato ai primi 10 giocatori del mondo e un altro è per i restanti, arrivando alla “Royal box”, la tribuna del centre court dedicata un tempo ai Reali d’Inghilterra, oggi “concessa” anche alle celebrities.

In questi giorni, gli spazi mediatici dedicati al tennis parlano dell’incredibile sconfitta di Nadal o dell’impresa al quinto set di “Re Federer”. Ma non ci dimentichiamo che questi sono stati anche i campi di una rivoluzione. E si parla di moda. E di icone.

Quale sarà il completino della Sharapova? Come sarà “accessoriata” questa volta Serena Williams? No, torniamo più indietro.  Sono gli anni ’20 del ‘900 e, a Wimbledon, arriva Suzanne Lenglen. Per la prima volta nella storia, una tennista appare con un vestito che rivela gli avambracci nudi e con la gonna tagliata appena sopra il polpaccio, mentre tutte le altre giocatrici giocavano con degli abiti che coprono quasi tutto il corpo.

(fonte: google immagini)

Soprannominata dai media “La Divine”, la Lenglen lancia anche la moda della “bandeau”, una larga fascia che avvolgeva il capo e che amava abbinare al completino.

Vietato però dimenticarsi del “made in Italy”, quindi oggi facciamo il tifo per le nostre  Francesca Schiavone, Sara Errani,  Alberta Vinci e per la piccola Camila Giorgi, rivelazione di tennis e bellezza.

(fonte: google immagini)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...