ALLA SCOPERTA DEI TESSUTI…


La Fondazione Antonio Ratti, con la collezione del Museo Studio del Tessuto conta ad oggi più di 3300 reperti tessili singoli, e oltre 2500 libri-campionario che, insieme, illustrano la storia del tessuto dal III al XX secolo.

Un viaggio al confine tra lusso opulento e lusso nascosto scoprendo i velluti rinascimentali utilizzati in passato dai nobili e dalla chiesa per l’abbigliamento e per l’arredamento. Una scoperta delle speciali tecniche di lavorazione che permettevano la realizzazione di decori differenti, le sete lionesi del ‘700 e gli scialli di cachemire originari dell’ Himalaya. Dal lusso manifesto si approda ad un lusso discreto, nascosto , dai  tessuti indiani che predilegevano tecniche di tintura impensabili oggi, come l’Ikat o la tecnica del chicco di riso Shibori…

Il backstage del tessuto…

…il lusso in relazione con il passato...

Micol Galleno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...