Antichi mestieri di lusso

 

Pensate mai a professioni come il maestro d’ascia, il sarto artigianale, il mosaicista terrazziere, il fabbro maniscalco, il calzolaio, la ricamatrice, il ceramista torniante, il cesellatore, il vetraio? E via via si potrebbe continuare all’infinito.

Antichi mestieri che oggi sembrerebbero quasi scomparsi ma che in passato erano considerati preziosi e fondamentali. Un’arte, perché certamente di arte si deve parlare, che si perfezionava con l’abilità e l’esperienza e che contribuiva alla realizzazione di manufatti straordinari e pezzi unici.

E allora viene da pensare come mai secoli di storia e di tradizione dell’artigianato abbiano finito per cedere il posto ad una produzione più meccanica e seriale, meno concentrata sulla qualità e sul pregio dell’abilità manualistica.

Questa riflessione poi è d’obbligo se consideriamo che all’interno del mondo lavorativo ci siano grandi vuoti di professione, risorse necessarie che invece le aziende a fatica riescono a reperire sul mercato.

Un problema di missmatch, come viene definito più comunemente dalla letteratura economica, che possiamo definire come il mancato incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro.

A dispetto dell’alto tasso dei disoccupati e inoccupati che lambisce il 30% (percentuale che per le donne arriva sino al 48,9%, con due giovani su dieci tra i 15 e i 29 anni che né studiano né lavorano), puntare su una riqualificazione professionale potrebbe essere proprio il canale preferenziale per favorire sia il reinserimento di noi giovani nel mercato del lavoro con una collocazione più specifica, sia il recupero di quell’antica tradizione dell’ handmade che da sempre rappresenta il patrimonio che ha contraddistinto il mercato del lusso e del made in Italy più in generale.

Tutti sappiamo che la bellezza, la manifattura, l’arte e l’unicità nella lavorazione non possono che apportare valore aggiunto ad un mercato di alta gamma che sempre di più viaggia verso una realizzazione personalizzata e pregiata dei suoi beni. Chi non vorrebbe qualcosa di esclusivo, realizzato appositamente per sé?

I nostri artigiani sanno perfettamente di essere la nostra ricchezza e con questa consapevolezza potranno finalmente arrivare a disporre di proposte vere, forti e appassionanti. Solo così potranno lavorare all’interno di settori di lusso e riconoscere di svolgere un mestiere assolutamente unico.

Silvia Triolo

                                               

       
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...